A A
Potrait Image

Quali sono i vari modi per sostituire i denti mancanti?

  • Le protesi mobili possono beneficiare dell’uso di adesivi per protesi
  • Le protesi fisse rappresentano una possibile alternativa
  • Il dentista darà consigli sulle opzioni migliori del caso

Vi sono molti modi per sostituire i denti mancanti e, a seconda delle esigenze individuali, il dentista raccomanderà le opzioni più adatte.

I sostituti artificiali dei denti mancanti, realizzati su misura, sono spesso chiamati protesi dentali. Queste possono essere mobili, come le protesi totali o parziali, oppure fisse, come i ponti o gli impianti.

Protesi complete, totali o parziali

Le protesi totali o complete sono concepite per sostituire l’intera arcata dentale superiore, quella inferiore o entrambe, e possono essere rimosse facilmente per la pulizia o per fare riposare le gengive. Alcuni portatori di protesi potrebbero decidere di usare appositi adesivi, come Polident®, che possono contribuire a far sì che le protesi rimangano ben salde ed evitano che particelle di cibo rimangano intrappolate sotto la protesi.

Il dentista può raccomandare una protesi parziale se solo alcuni denti mancano o devono essere sostituiti. I denti sono realizzati solitamente in resina acrilica e sono fissati a una base dello stesso colore delle gengive. La protesi dentaria appoggia sulle gengive. I ponti mobili sono mantenute in sede per mezzo di ganci ancorati ai denti naturali.

What are the different ways to replace your missing teeth_ok

Denti sostitutivi fissi

A seconda delle esigenze individuali, o se si preferisce una soluzione definitiva, il dentista può raccomandare una protesi fissa per sostituire i denti mancanti. Sono disponibili numerose opzioni, tra cui impianti, ponti e protesi mobili supportate da impianti.

Ponti: i ponti sono costituiti da denti sostitutivi connessi tra loro per riempire lo spazio vuoto lasciato da uno o più denti mancanti adiacenti. Sono mantenuti in sede dal collegamento con i denti naturali.

Impianti: gli impianti a sostituzione delle radici sono realizzati in titanio e vengono collocati chirurgicamente nella gengiva, dove svolgono la funzione delle radici dei denti naturali e possono essere “caricati” con una protesi dentaria, come una corona o un ponte.

Protesi fisse supportate da impianti: i denti sostitutivi sono costituiti da una base in metallo e resina acrilica (ponte), nella quale sono inserite delle viti che, a loro volta, fissano i denti negli impianti a sostituzione delle radici inseriti chirurgicamente nella mascella. I ponti sono fissati definitivamente mediante viti, ma possono essere rimossi in caso di necessità.

Protesi mobili supportate da impianti: anche questo tipo di protesi si combina con impianti dentali e attacchi. In questo caso gli attacchi sono incorporati nella resina acrilica, applicabile all’interno o all’esterno degli impianti. Due o tre impianti vengono posizionati chirurgicamente intorno alla curva della mascella nella quale si aggancia l’overdenture per una maggiore stabilità all’interno della bocca.

Per maggiori informazioni sulle opzioni per sostituire i denti mancanti, consultare il dentista.

Amo la bistecca e Polident mi permette di gustarne il piacere
 
Siti Web globali Denturecare